Anteprima dei nuovi DLC di Rise of the Tomb Raider nella Croft Manor e in co-op

twittergoogle_plustumblr

Grazie ad una nuova e bella iniziativa di Crystal Dynamics – e più nello specifico della nostra Senior Community Manager Meagan Marie e della nostra Associate Community Specialist Robin Huey – ci è stata data la possibilità di assistere ad uno streaming privato organizzato appositamente per gli admin dei siti ufficiali. Streaming in diretta nel quale Meagan e Robin hanno “ospitato” il designer Will Kerslake, il quale ha risposto alle domande che proprio voi fans ci avete inviato nei giorni scorsi.

Durante lo streaming abbiamo avuto modo di vedere i contenuti presentati al Gamescom di poche settimane fa, ossia la nuova versione di Rise of the Tomb Raider in arrivo su PlayStation 4 il giorno 11 ottobre (manca poco ormai!) e i nuovi DLC, che saranno disponibili anche per Xbox One e PC.

Come abbiamo già avuto modo di raccontarvi, Rise of the Tomb Raider: 20 Years Celebration conterrà il gioco,  completo di tutti i DLC già rilasciati fino ad ora, più molti contenuti aggiuntivi. Per tutti i dettagli dei nuovi contenuti, vi rimandiamo al nostro precedente articolo.

 

LEGAMI DI SANGUE – Lara torna nella Croft Manor, ma per quanto?

 

Grazie allo streaming in diretta abbiamo quindi potuto vedere un’anteprima del DLC “Legami di sangue“, tanto atteso dai fans in quanto ambientato nella Croft Manor, la casa di Lara richiesta a gran voce dai giocatori di vecchia data, abituati a visitarla dal lontano 1996.

Trattandosi di un reboot, ovviamente anche la Croft Manor ha subito notevoli cambiamenti, così come le storie di chi la abitava. Ma, stando a quanto ci ha rivelato Meagan, ci sarà qualcosa legato al passato e alla “vecchia” Lara Croft.

Il DLC “Legami di sangue” sarà un’avventura di pura esplorazione, senza sparatorie o fasi concitate. Il giocatore sarà libero di visitare e di tornare nella casa ogni volta che vuole, scoprendo tutti i segreti nascosti, raccogliendo collezionabili e rivelando qualcosa di più del passato di Lara, di suo padre e della sua famiglia. Ricordiamo infatti che il presupposto di questo DLC è la necessità di Lara di evitare che uno zio privo di scrupoli riesca ad impadronirsi della grande villa.

Accompagneremo quindi Lara tra i cunicoli stretti delle cantine, fino ai saloni e alle stanze dove lo stato di abbandono rende l’atmosfera surreale e misteriosa, in cerca di documenti e di indizi.

“Legami di sangue” è stato inoltre studiato per essere giocato anche con l’ausilio del PlayStation VR, il visore per la realtà virtuale che sarà disponibile proprio lo stesso giorno del rilascio di Rise of the Tomb Raider: 20 Years Celebration. Giocare questo DLC esplorativo con il VR rende ovviamente tutta l’esperienza più coinvolgente, immergendo il giocatore nell’esplorazione in prima persona della villa, dove potrà osservare con gli occhi di Lara ogni angolo, ogni quadro e ogni soprammobile.

 

L’INCUBO DI LARA – Sopravvivenza notturna

 

Il secondo DLC ambientato nella Croft Manor è, si può dire, l’opposto di “Legami di Sangue”. Nell’avventura “L’incubo di Lara” infatti il giocatore dovrà affrontare orde di spiriti che infestano la residenza, per sopravvivere ad una nottata da incubo, appunto.

Già dalla premessa è chiaro quanto l’intento di questo DLC sia molto più “ludico” rispetto al più introspettivo “Legami di sangue”. “L’incubo di Lara” è destinato a far divertire i giocatori che amano le fasi action piuttosto dell’esplorazione pura e semplice. Possiamo quindi dire che Crystal Dynamics ha tentato di accontentare un po’ tutti, realizzando un DLC “vecchio stampo”, dove Lara è sola e non deve fare altro che esplorare e scoprire, e un DLC di “nuova generazione”, nel quale torna lo stile più action e survival del reboot.

Così come per “Legami di sangue”, anche in questa avventura notturna  ci sono chiare citazioni al passato del franchise. Gli stessi “spiriti” che infestano la Croft Manor hanno ricordato a molti fans i thrall presenti in Tomb Raider Underworld, così come il legame con le ricerche del padre di Lara.

 

Per completare quanto vi abbiamo appena raccontato, ecco a voi il trailer di presentazione di questi nuovi DLC:

 

 

 

MODALITÁ STOICISMO IN CO-OP – Insieme è meglio!

 

L’altro contenuto nuovo e mai visto prima d’ora in un Tomb Raider è il co-op, inserito nella modalità aggiuntiva “Stoicismo“. Questa modalità cooperativa sarà disponibile solo online e sarà solo per due persone.

La modalità “Stoicismo”, già presentata come DLC su Xbox e PC, consente di affrontare diverse aree della Siberia con una Lara sprovvista di qualunque materiale. Scopo del gioco è far sopravvivere Lara il più a lungo possibile, considerando che il freddo e la fame posso ucciderla. Per proseguire quindi il giocatore dovrà sempre stare attento agli indicatori di fame e freddo e provvedere con la caccia e con il fuoco a nutrire e scaldare Lara, impedendone  la morte.

Ovviamente altre cause che possono uccidere Lara sono i nemici, animali e umani. Quindi il giocatore dovrà anche cercare materiali per il crafting e munizioni, oltre ad esplorare grotte ed anfratti. Il tutto farà guadagnare punti esperienza da utilizzare per acquisire nuove abilità, esattamente come nella modalità storia principale.

Nella nuova versione della modalità “Stoicismo”, Lara sarà accompagnata da Nadia, il personaggio protagonista del DLC Baba Yaga, del quale abbiamo parlato in questo articolo.

I due giocatori impersoneranno quindi Lara e Nadia e potranno collaborare per la sopravvivenza. I materiali, il cibo e tutto quello che viene raccolto non potrà essere scambiato da un giocatore all’altro, ma sarà direttamente disponibile per entrambi in una sorta di “scorta comune”. I due giocatori potranno supportarsi in caso di necessità, ad esempio rianimandosi in caso di rischio di morte.

 

Una nota per i completisti e i cacciatori di trofei/obiettivi: così come i precedenti DLC, tutti questi contenuti – sia quelli nella Croft Manor, sia il co-op – aggiungeranno nuovi trofei/obiettivi alla già lunga lista. Quindi preparatevi a rimboccarvi le mani se volete raggiungere il platino o i 1000 G!

A questo punto non ci resta altro da fare se non aspettare l’11 di ottobre e, per chi non lo avesse ancora fatto, vi ricordo che Rise of the Tomb Raider: 20 Years Celebration è già preordinabile in edizione completa di artbook su Amazon, sia in versione PlayStation a questo link, sia in versione PC a questo link, oltre che da GameStop a questo link.

 

Per qualunque altro dubbio, presto sarà disponibile un elenco di FAQ su questi contenuti, quindi restate sintonizzati!

Per concludere, potete dare un’occhiata al nuovo Rise of the Tomb Raider guardando il demo presentato al Gamescom qualche settimana fa:

 

 

 

commenta Se vuoi commentare la notizia con noi sul forum, clicca qui! commenta

twittergoogle_plustumblr